ANDREAS BRUN

Chitarra / composizione / percussioni / progetti di laboratorio

Il progetto

Andreas Brunn, che combina le influenze più diverse nel suo stile, suona con una piccola orchestra con il suo strumento a sette corde: la sua chitarra è uno strumento magico, può essere una batteria o un basso nello stesso momento. Il pickup di questo strumento funziona in stereo, quindi le corde del basso e della melodia delle corde della chitarra si comportano quasi come strumenti diversi e permettono una percezione speciale del suono. Con l’inclusione di un looper, è stato creato un nuovo entusiasmante programma solista.

Con l’aggiunta di un looper, è stato creato un nuovo ed entusiasmante programma solistico.
“Fondamentalmente, ogni giorno con la musica è un nuovo inizio per me
e sono grato di aver trovato la mia strada verso questo strumento unico
– attraverso tutte le svolte del nostro Zeitgeist”.
Suonare la chitarra è importante per quanto riguarda le
molte possibilità di creare suoni, di impostare ritmi,
e armonizzare negli stili più diversi un cosmo infinito ….”

 

Biografia

Andreas Brunn è nato a Weimar nel 1964, suona il clarinetto dall’età di sei anni, ha iniziato a suonare la chitarra all’età di quattordici anni e da allora è musicista in gruppi di vari stili. Ha studiato chitarra e teoria musicale presso l’Università di Musica “Franz Liszt” di Weimar.

La sua composizione “Two Faces” ha vinto il primo premio al concorso di composizione per chitarra Open Strings nel 1999, pubblicizzato in tutta la Germania dalla rivista specializzata AKUSTIKGitarre.

Il chitarrista ha tenuto concerti in vari festival europei e asiatici e ha lavorato con Petri Hakala, Stoyan Yankoulov, Ateshan Husseinov, Uli Bartel, Mack Goldsbury, Hans Hartmann e Ferenc Snetberger, tra gli altri.

Guida l’ensemble internazionale For Free Hands, che ha appena pubblicato il nuovo CD “The passing on of the fire”. La formazione attuale comprende il vincitore dell’Echo Award Diego Piñera (UY) alla batteria, Roberto Badoglio (I) al basso, Vladimir Karparov (BG) al sax e l’ospite speciale Alaa Zouiten (MAR) all’oud. Continua a esibirsi in varie formazioni e con un programma solistico.

Andreas Brunn ha preso lezioni di conga con Topo Gioa e insegna percussioni secondo  il metodo Ta-Ke-Ti-Na. Negli anni passati è stato borsista del Dipartimento per la Scienza, la Ricerca e la Cultura del Senato di Berlino in Bulgaria e in Finlandia.

Nell’estate del 2004 e del 2007 è stato direttore artistico del progetto “Young Music Caravan Europe”, finanziato dall’UE, portando in entrambi gli anni  i giovani musicisti europei a percorrere 7.500 km, con apparizioni in rinomati festival di diversi Paesi.

Stampa

“… Il chitarrista e percussionista a sette corde di Weimar Andreas Brunn prende letteralmente il termine “lingua mondiale” musica. Dalla metà degli anni Novanta ha costruito ponti verso l’est, attraversando i metri bulgari con il jazz, insegnando il ritmo ai bambini come agente di legame sociale, vagando abilmente sul terreno tra jazz e “world music” nel gruppo For Free Hands e ha lavorato in modo significativo per il misto internazionale Fornire a “Young Music Caravan” rispetto e supporto non solo nell’UE. E non è tutto. È disponibile anche in duo e solista.

Nel 2006 For Free Hands, ex 4 Free Hands, ha pubblicato il CD “Transversal” (Laika-Records 35610224.2) Il fatto che FFH chiami la loro musica “jazz europeo contemporaneo” può suscitare interesse, ma indica solo un aspetto di questa musica: Andreas è tedesco, il contrabbassista Jonathan Robinson è americano, Vladimir Karparov al sax soprano e tenore è bulgaro, Dimitris Christides è un greco con esperienza a Londra e l’eccellente cantante Charlota Hagfors, che è qui come Hans Hartmann, viene dalla Finlandia . Tutti si sono conosciuti a Berlino: “L’Europa cresce insieme, For Free Hands fornisce la colonna sonora”. Non è gaga, è ottimista come il pensiero di molti artisti porta con sé. Quando un quartetto viaggia attraverso l’Europa come parte di un progetto chiamato Junge Musik Karawane e poi si esibisce al festival jazz di Pori, in Finlandia, si pensa con ottimismo: la musica supera i confini facilmente come qualsiasi uccello.

Andreas Brunn dal vivo

Citazione preferita

"La tradizione è la trasmissione del fuoco e non il culto delle ceneri".

- Gustav Mahler

quote-light.png

Concerti

BalkaNova & Duomeeting String Special @ Jazzclub Schlot Sa. 02.03.2024 21:00 | Invalidenstr. 117, 10115 Berlin | www.kunstfabrik-schlot.de

FFH feat. Doron Furman @ Kulturraum Zwinglikirche | Fr.23.02.2024 20:00 | Rudolfstrasse 14 – Danneckerstrasse, 10245 Berlin | www.kulturraum-zwinglikirche.de

BalkaNova – Café Tasso

26.01.2024, 20:00, Café Tasso, Frankfurter Allee 11, 10247 Berlin,  www.cafe-tasso.de, Infos  Sinnewerk

Contatti

Stai pianificando un evento e vorresti chiedere informazioni su uno degli artisti o delle band? Non esitate a contattarci.