BalkaNova

Balkanfolk e jazz mondiale

Il progetto

Balkanfolk e jazz mondiale

Viktoria Lasaroff(BG) voce, fisarmonica, percussioni | Andreas Brunn (D) chitarra acustica a 7 corde | Horst Nonnenmacher (D) contrabbasso.

L’ensemble internazionale, con la fantastica cantante bulgara Viktoria Lasaroff, fonde il folk balcanico e il world jazz in uno stile innovativo.

BalkaNova si è esibita con la star bulgara Stoyan Yankouloval Dürener Jazztage. L’ensemble ha pubblicato il suo CD di debutto Heart Beats a JARO MEDIEN, sul quale Stoyan Yankoulov ha suonato come ospite.

BalkaNova @ MALAGA JAZZFESTIVAL

www.modernicolas.com

BalkaNova, la voce dei Balcani … L’Echegaray Teater è inondato di musica. Che tipo di musica è? Musica jazz o opera? Non riesco a trovare una risposta a questo, e quando guardo le facce intorno a me, vedo che altre persone si sentono allo stesso modo.
Viktoria Lasaroff, che è sul palco, canta nel soprano più alto. Com’è possibile? Questa donna aveva una voce profonda qualche minuto prima. Come ci riesce? Una voce che ti riempie gli occhi di lacrime, ti lascia incantato e ti chiede già la prossima canzone.

Il trio BalkaNova, con Horst Nonnenmacher al contrabbasso e Andreas Brunn alla chitarra acustica a sette corde, ci racconta storie e leggende ben note dei Balcani, che prendono forma in bellissime canzoni in un modo davvero unico, suonate in modo perfetto e impeccabile.
Ogni nuova canzone è introdotta da Viktoria con alcune storie che l’hanno ispirata e in un modo così speciale che la capiamo anche se parla bulgaro. Lo spettacolo si evolve da un’intensa narrazione a un concerto d’opera e poi ritorna al jazz. Sperimentiamo perché i Balkanova riscuotono un grande successo in tutti i luoghi di spettacolo.

È evidente che non sono l’unico in trance. Alcuni spettatori intonano i testi per le emozioni di quel momento, come l’uomo accanto a me che canta sempre più forte sull’onda dell’emozione finché sua moglie non lo rallenta. Nonostante il fatto che possiamo sentirlo molto chiaramente, nessuno ha censurato l’uomo. Sicuramente nessuno di noi può ignorare tanta forza e talento. Non c’è dubbio che il pubblico ha ormai assorbito la magia di questa band balcanica.

Quelli che non gorgheggiano con le canzoni prendono il ritmo con i piedi. Tutti noi siamo persi nei pensieri con occhi brillanti e larghi sorrisi, contagiati dall’allegra espressione scenica di Viktoria, dalla facilità di Andreas nel suonare la spettacolare chitarra a sette corde e dal suono in sordina che Horst fa uscire dal contrabbasso. È magico qui in questa notte, condividere tavoli e birre con estranei che sanno cosa stai provando in questo momento speciale.

Questa è stata una notte di aneddoti e jazz, di storie, leggende e magia. Un’ora di grande piacere con una delle migliori voci del jazz europeo. Un’ora per apprezzare dei veri professionisti che si stanno facendo un nome con il loro suono speciale e particolare. Ieri abbiamo sorriso con il cuore grazie a questo trio balcanico. Lily Sánchez

Biografia


Il soprano Viktoria Lasaroff nasce a Sofia (Bulgaria) nel 1975. Anche nella sua infanzia, si trovava sulle “tavole che significano il mondo” nel Berlin Metropol Theater. All’età di 6 anni riceve le prime lezioni di pianoforte e fisarmonica. Ha continuato la sua formazione musicale e vocale presso la Scuola Speciale di Musica Georg Friedrich Handel e da giovane studentessa presso l’Istituto Julius Stern dell’Università delle Arti di Berlino. Lì ha completato un corso di musica scolastico e un corso di canto. Dal 2000 ha cantato diversi ruoli operistici sia come mezzosoprano che come soprano.

Ha mostrato il suo caldo suono vocale sfaccettato e le sue versatili capacità di recitazione sia in ruoli da pantalone come il giovane seduttore Blansac ne “La scala di seta” di G.Rossini sia come la femme fatal Lavina nella produzione di Neuzell di “Die Ganz von Kairo” di W.A. Mozart. Una formazione privata in canto jazz con Doro Dalg, Judy Niemack e Kara Johnstad, nonché seminari e workshop nelle aree della musica brasiliana e del canto dei Balcani hanno ampliato il suo repertorio stilistico.

In numerosi musical “Slavianska Dushá” con la pianista ucraina Olga Romanchenko, le sue radici bulgare e la sua cultura del canto classico si combinano in canzoni di compositori bulgari e altri della regione slava per creare un’esperienza sonora commovente. Al fianco del chitarrista Andreas Brunn e del bassista Klaus Axenkopf, il loro intero background culturale e musicale si trasforma in emozione sonora in una miscela esotica di melodie dai Balcani e suoni jazz creativi.

Andreas Brunn è nato a Weimar nel 1964, suona il clarinetto dall’età di sei anni, ha iniziato a studiare la chitarra all’età di quattordici anni e da allora è musicista in gruppi di vari stili. Ha studiato chitarra e teoria musicale presso l’Università di Musica “Franz Liszt” di Weimar.

La sua composizione “Two Faces” ha vinto il primo premio al concorso di composizione per chitarra Open Strings nel 1999, pubblicizzato in tutta la Germania dalla rivista specializzata AKUSTIKGitarre.

Il chitarrista ha tenuto concerti in vari festival europei e asiatici e ha lavorato con Petri Hakala, Stoyan Yankoulov, Ateshan Husseinov, Uli Bartel, Mack Goldsbury, Ralf Siedhoff, Ferenc Snetberger e ha tenuto concerti con un programma solista. Andreas Brunn ha preso lezioni di conga con Topo Gioa e insegna percussioni con il metodo Ta-Ke-Ti-Na.

Nel 2003 ha ricevuto una borsa di studio dall’Amministrazione del Senato per la scienza, la ricerca e la cultura, Berlino in Bulgaria e nel 2008 ha ricevuto anche una borsa di studio in Finlandia.

Nell’estate del 2004 e del 2007 è stato direttore artistico del progetto “Young Music Caravan Europe”, finanziato dall’UE, che ha percorso 7.500 km con giovani musicisti europei e ha partecipato come ospite a rinomati festival in un gran numero di paesi.

Il contrabbassista Robin Draganic è nato a Tubinga nel 1962. La sua introduzione musicale è iniziata nel 1979 in una band hard rock. Il suo ampio spettro di interessi musicali lo ha poi portato a studiare contrabbasso classico all’HdK di Berlino. 

Come membro fondatore della leggendaria “Association Urbanétique” e come membro di altri progetti jazz attuali come l'”Hannes Zerbe Quartett Bukolik” o il “Modern Klezmer Quartett”, si è affermato come una costante nella scena jazz tedesca e internazionale.

Ha lavorato con Paul Bley, Mircea Tiberian, Alexander von Schlippenbach e Sam Rivers, tra gli altri. Conosciuto come musicista e compositore creativo, suona anche con molti artisti al di fuori della scena jazz, ad esempio nella band afro-brasiliana “Oloyé” insieme alla cantante brasiliana Eutália de Carvalho.

Horst Nonnenmacher ha composto e arrangiato le musiche per lo spettacolo di varietà “Mythology” e per la “Carmen Miranda Revuepavillon” ed è membro della “Young Orchestra of the FU Berlin” come capo sezione dei contrabbassi. Ad oggi ha fatto numerosi tour, registrazioni di CD, registrazioni radiofoniche e dal vivo, tra gli altri con Nena. La sua attività musicale è molto ampia e così ha tenuto concerti dagli Stati Uniti all’Australia in tutta Europa e di nuovo in Germania, ad esempio al Moers Festival e al Berlin Jazz Festival.

Stampa

FREE WORD ILMENAU con “BalkaNova” è arrivato l’autunno

“… Il trio bulgaro-tedesco BalkaNova ha aperto il JazzAutumn Ilmenau 2013 con un concerto nella biblioteca comunale. Il jazz ha i suoi fan e i suoi colori: BalkaNova ha mescolato il jazz con influenze bulgare e slave del sud. Da un lato che ne faceva un’ulteriore attrattiva, dall’altro questo legame portava con sé anche una certa estraneità…”

Recensione CD: JAZZPODIUM
BalkaNova – Battiti cardiaci – Bos Rec 228-12

Con Stoyan Yankoulov

“… La Bulgaria determina il gruppo culturale che ha fatto di più per il simpatico acustico a 7 corde e attivista musicale Andreas Brunn nella sua gentile campagna contro i confini nazionali e culturali. Già nel 2010 Brunn e l’eccezionale sassofonista Vladimir Karparov, che porta con sé quella parte importante della regionalità, presentarono la loro “East Side Story”, e ovviamente era molto più di questo, perché l’altra, la metà muta, risuonava sempre in i – lì ancora senza parole – messaggi …

BalkaNova dal vivo

Concerti

BalkaNova @ Café Tasso

13.01.2022, 20:00, Café Tasso, www.cafe-tasso.de

BalkaNova @ Jazzlights

07.12.22 20:00 BalkaNova | Zur Glühlampe, Lehmbruckstr. 1

08.10.2022, 20:00, Kulturraum Zwinglikirche www.kulturraum-zwinglikirche.de

Contatti

Stai pianificando un evento e vorresti chiedere informazioni su uno degli artisti o delle band? Non esitate a contattarci.